Dimmi chi sei e ti dirò che social scegliere

I social network sono molti, ma per promuovere la tua attività sul web non è necessario essere presente su tutti. Meglio scegliere con cura i canali da usare e farlo in modo mirato ed efficace. In questo articolo ti spiego come partire da te, dai tuoi clienti e dai tuoi obiettivi per individuare i social utili alla tua attività.

[Articolo aggiornato aprile 2018]

Le domande per scegliere i social più adatti per la tua attività

Hai appena aperto la tua attività oppure vuoi lanciare un nuovo prodotto o servizio. Vuoi aggiornare la tua comunicazione o vuoi portarla sul web. Vuoi far conoscere il tuo blog o i prodotti del tuo e-ecommerce, oppure semplicemente hai quasi preso a parole l’ennesimo cliente che ti ha detto “Ma come, non sei su Facebook?!”… insomma, per vari motivi sei giunto alla conclusione che vuoi essere presente sui social con la tua attività oppure ci sei già, ma non sai se sei nel posto giusto.

Come stabilire quali sono i canali da presidiare? Ascoltare semplicemente il cliente -che ha quasi rischiato la vita con la sciagurata domanda- e aprire una pagina Facebook oppure provare Instagram perché fare le foto ti piace tanto e va anche di moda? O invece è meglio Twitter perché i tuoi concorrenti cinguettano allegramente ormai da un po’? Non c’è un’unica risposta valida per tutti, bisogna partire dalle domande giuste.

Parti da te

Comincia focalizzando l’attenzione su di te e sulla tua attività, per individuare quello che veramente è necessario e che può esserti utile.

  • Chi sei e cosa fai: qual è il modo migliore per raccontarti? Per spiegare quello che fai è più semplice ed efficace usare le immagini, i video, i testi, o tutti questi strumenti assieme?
  • Chi è il tuo pubblico: quello che fai è in funzione di un pubblico/cliente/lettore e quindi devi domandarti quali contenuti predilige e quali canali usa?
  • Qual è il tuo budget da investire? Inutile pensare a imprese titaniche se non hai le risorse economiche e di personale per poi metterle in atto. Meglio un unico social, ma ben curato ed efficace, che tanti ma gestiti male.
  • I tuoi concorrenti cosa fanno? Non puoi ignorare cosa fanno gli altri, ma una volta osservato come si muovono hai due strade: o seguire il loro esempio, sempre portando qualcosa di originale e tuo, oppure provare strade che nessuno ancora ha testato, considerando però che è più difficile e che richiede più risorse (di budget, tempo, creative..)
  • Quale obiettivo vuoi raggiungere? Vuoi farti conoscere, oppure hai già un buon seguito e vuoi presentare un nuovo prodotto o servizio? Vuoi raggiungere un nuovo pubblico?

Le caratteristiche dei social

Una volta che hai chiarito con chi vuoi parlare, di che cosa vuoi parlare e per raggiungere quale obiettivo, puoi ragionare sulle caratteristiche di ogni social per capire se può andare bene per la tua attività:

Facebook

Rimane al momento il social più generalista e con più utenti con i pro e contro della cosa. È un bacino ampio in cui pescare, ma che è anche molto affollato. Su Facebook, come probabilmente sai, hai la possibilità di lavorare con molti formati per i contenuti e hai a disposizione diversi strumenti per raggiungere e coinvolgere i lettori.

Facebook sembra un canale molto semplice da usare perché quasi tutti siamo abituati a utilizzarlo nel privato, in realtà una gestione che porti risultati per un’attività è complessa. Servono pianificazione per postare con costanza, contenuti di qualità e un anche un piano di inserzioni a pagamento perché  è sempre più difficile raggiungere i propri fan e nuovi follower solamente con i post organici.

Instagram

Nasce per condividere sul momento le fotografie scattate dallo smartphone (da qui il prefisso insta), in realtà sono state create poi risorse che permettono di gestirlo anche da desktop. Negli ultimi anni si è sviluppato aggiungendo sempre nuove funzionalità come le storie. Instagram offre sicuramente un ottimo strumento di coinvolgimento del pubblico, ma di nuovo valuta bene le tue caratteristiche e possibilità. I tuoi clienti usano Instagram? Hai tempo di seguire anche questo canale con costanza e belle fotografie?

Twitter

È un social immediato, sintetico, perfetto per informazioni e notizie in tempo reale e per l’assistenza clienti. Grazie agli hashtag, alle menzioni, ai messaggi diretti Twitter dà la possibilità di interagire velocemente e di seguire gli argomenti più discussi in quel momento. Proprio per questo motivo, per essere efficace per un’azienda, deve essere curato costantemente. Richiede impegno e risorse per rispondere velocemente alle eventuali domande e per dare informazioni in tempo reale.

Pinterest

Pinterest è un social centrato sulle immagini: fotografie, illustrazioni, grafiche, infografiche… che sono suddivise nelle ‘board’, le lavagne che gli utenti creano per organizzare i diversi argomenti e interessi. Sicuramente è meno usato e frequentato rispetto agli altri nominati fino ad ora, ma da non sottovalutare soprattutto per alcuni settori come cibo, viaggi o design. Se hai una strategia che punta molto sul visuale, ti consiglio di valutarlo!

Youtube

Su Youtube si trovano video che spaziano in tantissimi campi, sia girati in modo professionale, sia ‘fatti in casa’.  Pensa, per esempio, ai tantissimi tutorial, alle recensioni dei più svariati prodotti, ai video motivazionali… Un canale molto interessante, ma da valutare bene per i tempi di preparazione dei contenuti.

Linkedin

È il social network nato per i professionisti per favorire i contatti, per far nascere collaborazioni, per trovare lavoro. Non è semplicemente un curriculum online (anzi, usarlo in questo modo sarebbe sbagliato e riduttivo) ma una rete dove creare contatti, partecipare alle discussioni nelle diverse community, condividere notizie e risorse.

Un occhio ai numeri

Una volta che hai ben chiari gli obiettivi e le esigenze rispetto a quello che sei e fai,e le caratteristiche dei diversi social, puoi concentrarti sul numero di utenti che usano le piattaforme.
È importante conoscere le cifre generali, ma per poterle usare in modo sensato rispetto, ancora una volta, alla tua specifica situazione. Ricorda quello che ho detto all’inizio: devi essere dove sono i tuoi clienti attuali e potenziali e avere i contenuti giusti per quel canale.

Un social non va scartato solo perché ha numeri più bassi rispetto a un altro: Facebook è al secondo posto tra le piattaforme più attive in Italia con il 60% di utenti, mentre Pinterest è decisamente più in basso nella classifica con il 15% (dati aggiornati a gennaio 2018, dall’indagine Digital 2018 di We are Social) , ma può essere che proprio in quel 15% ci siano i tuoi clienti!

Serve un piano!

Ora che hai raccolto tutte le informazioni su di te e sui social è il momento di fermarti e preparare il tuo piano. Metti nero su bianco quello che vuoi ottenere e come farai a raggiungerlo. Crea piano e calendario editoriale per sapere quali contenuti pubblicare. Analizza e monitora i canali scelti per capire se ti stai muovendo nella direzione corretta o se devi aggiustare il tiro.

È davvero necessario pianificare e monitorare? Se ho una piccola attività non posso fare a meno di questi passaggi e semplicemente gestire i social in modo spontaneo? Se vuoi ottenere risultati e vuoi che il tempo che dedichi ai social sia un investimento che ti porta nuovi contatti, che fa conoscere la tua attività o che ti aiuta a vendere, sì, pianificare e monitorare è fondamentale per:

  • non perdere tempo
  • non sprecare energie e soldi
  • avere sempre un’idea di dove stai andando
  • non abbandonare tutto alla prima difficoltà o nel momento in cui il lavoro aumenta

Se parliamo di piccole attività (e mi metto anch’io nel gruppo!) di solito il budget per la comunicazione e il tempo a disposizione non sono infiniti, ma se riusciamo a usarli bene le soddisfazioni e i risultati arrivano, te lo assicuro!

[blue_box] Piano e calendario editoriale ti mettono in crisi oppure vuoi un aiuto per capire come migliorare la tua comunicazione sui social? Sentiamoci per una consulenza! [/blue_box]

 

 

4 commenti su “Dimmi chi sei e ti dirò che social scegliere”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.